Il canto di Ashraf Fayadh

Il 14 Gennaio 2016 si sono svolte in tutto il mondo letture di poesie e testi scelti a sostegno di Ashraf Fayadh, poeta palestinese condannato a morte in Arabia Saudita. Il Festival Internazionale della Letteratura di Berlino (ILB) ha invitato singole persone, istituzioni, scuole, media e associazioni che si occupano di giustizia e libertà a partecipare all’iniziativa a sostegno del poeta saudita.
In Italia, Amnesty International ha promosso o ha partecipato a reading di poesie in favore di Ashraf Fayadh in numerose città italiane, invitando tutti ad attivarsi in difesa della libertà d’espressione e contro la pena di morte. Le iniziative si sono tenute a Bari, Bologna, Cassino (FR), Formia (LT), La Spezia, Milano, Moie di Maiolati Spontini (AN), Monterotondo (RM), Napoli, Pescara, Pontedera (PI), Ravenna, Roma, Sassari, Spinea (VE), Trento e a Villacidro (VS).
Presso la Biblioteca Beghi con il vice sindaco Cristiano Ruggia, i relatori di Amnesty International Paolo Bensi e Uaar Cesare Bisleri, l’esperto di Islam Giulio Gallo per l’associazione Malaika, compagnia Teatro Kappa Claudia Rusconi e Marco Mazzoni, Hafida e Francesco Salvini, l’invito è stato un dovere con piacere. 

Qualcosa è stato fatto: il tribunale saudita ha annullato la condanna a morte, volgendola però a 8 anni di reclusione e 800 frustate da effettuarsi in 16 volte, due all’anno. In più la corte ha anche ordinato a Fayadh di pentirsi pubblicamente sui media di stato sauditi.
In questa mostra la poesia è ridotta a pretesto e il curatore è lo stesso spettatore, che non può, non può limitarsi a guardare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in pedagogia, poesia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...